Microsoft HoloLens

Occhiali per Realtà Aumentata

Vi proponiamo una rassegna dei migliori occhiali per Realtà Aumentata disponibili (o presto disponibili) sul mercato.

Come abbiamo avuto modo di approfondire nel nostro precedente articolo, la Realtà Aumenta è un eccezionale strumento per quanto riguarda le operazioni tecniche. L’AR consente di massimizzare l’efficienza di tecnici manutentori o addetti ai lavori che hanno necessità di consultare spesso le diverse procedure di settaggio di macchinari complessi.
Sebbene molto comoda già su smartphone o tablet, la Realtà Aumentata diventa ancora più performante se utilizzata con dispositivi che consentono al tecnico o operaio di lavorare con le mani disimpegnate.
Vi proponiamo quindi una serie di visori per la Realtà Aumentata attualmente disponibili, o presto disponibili, sul mercato.
Iniziamo!

Microsoft HoloLens

Microsoft HoloLens

Presentati per la prima volta al grande pubblico all’E3 2015, HoloLens sono la soluzione Microsoft per la realtà aumentata. Il dispositivo è ancora in fase di sviluppo, ma le prime prove su strada e le (poche) caratteristiche attualmente conosciute, lasciano presagire qualcosa di molto interessante. Nessuna necessità di cavi, struttura leggera e regolabile, immagini olografiche in HD e interfaccia utilizzabile con solo movimento delle dita.
Sebbene non disponibile al grande pubblico, Micosoft HoloLens è acquistabile dagli sviluppatori al costo di 3000$ circa.
HoloLens è attualmente utilizzato in via sperimentare dalla NASA nella ISS (Stazione Spaziale Internazionale).

 

Epson Moverio BT-200

Epson Moverio BT-200

Già disponibile sul mercato ad un prezzo di 700$, il Moverio BT-200 è equipaggiato di due schermi (uno per occhio) ad una risoluzione di 950×540 pixel. Per funzionare, l’occhiale è collegato via cavo ad una control box delle dimensioni di uno smartphone, che funge anche da touchpad. Sebbene basato su Android, Epson ha scelto di aprire uno store parallelo invece che appoggiarsi al Google Play Store. Scelta che riteniamo curiosa, visto che sarà comunque possibile installare app Android a scelta su questo dispositivo.
I dati tecnici per questo dispotivo: camera da 0.3 MP, Bluetooth, Wi-Fi, GPS, 8Gb di memoria e una batteria con circa 6h di autonomia dichiarate.
Il prezzo tutto sommato contenuto, ne fanno un ottimo acquisto entry-level.

Google Glass

Menzione d’onore per gli smart glass Google. Il colosso di Mountain View è stato il primo a credere nelle potenzialità della realtà aumentata nella vita di tutti giorni. Ma forse per questo ha pagato lo scotto tutti i difetti di gioventù di tale tecnologia. Acquistabili a 1500$, i Google Glass si interfacciavano al proprio smartphone Android (o iOS con limitazioni) e vantavano una fotocamera da 5Mp, capacità di girare video a 720p, Bluetooth, Wi-Fi, GPS, 12 Gb di memoria e una batteria che garantiva circa un giorno intero di utilizzo.
I Google Glass non sono attualmente più disponibili, in quanto Google sta rielaborando il progetto per renderlo più appetibile al grande pubblico. Non resta quindi che aspettare ulteriori novità.

Meta 2

Meta 2

Meta gioca pesante con la seconda versione del suo dispositivo per realtà aumentata. Disponibile dal Q3 2016 a 949$, il Meta 2 offre caratteristiche di tutto rispetto: display da 2560×1440 pixel, ben 4 speaker audio, sensori per il riconoscimento del movimento della testa e delle mani, telecamera frontale a 720p. Unico difetto: è piuttosto ingombrante. Ma siamo sicuri che le performance elevate e la capacità di poter interagire con i contenuti con il solo movimento delle mani vi farà soprassedere…

Conclusioni

Per il momento il viaggio alla scoperta degli occhiali per la realtà aumentata termina qui. Sebbene i prezzi non siano al momento esattamente popolari, il potenziale di questi dispositivi è enorme. Il sempre più diffuso utilizzo dell’AR e il fisiologico calo di prezzo degli smartglass ne faranno un accoppiata vincente per il prossimo futuro.
Se invece volete già da ora scoprire come l’AR può migliorare il vostro business, vi invitiamo a consultare la nostra pagina dedicata.
Alla prossima puntata!

Fondatore e sviluppatore software di Urkin. Conosce C++/C#/Java/Javascript e Unity. Da sempre appassionato di videogames e musica.

(*U).start()

Urkin diventa srl...e social.
LEGGI
Urkin sponsor tecnico Festival 2016

E’ online il programma del FGC16

E' disponibile online il programma del Festival del Giornalismo Culturale 2016. E ci saremo anche noi!
LEGGI

Cagli’s Wallgame

Si comincia!
LEGGI
bloomingyoARway Store

Blooming yoAR way

Ci vediamo doppio! In occasione dell'edizione 2018 del Blooming festival, Urkin ha rilasciato non una, ma ben due app dedicate all'evento, sia per Android che iOS. Per vivere il Blooming al meglio! Fiorisci a modo tuo!
LEGGI
Shares